Biscotti nuvola e bouquet di mapo




 

Bouquet: sostantivo maschile, essenza volatile odorosa, profumo tipico di ogni vino

dsc_9393

 

Sarebbe bello imparare ad essere grati a tutte le esperienze della nostra vita, anche le peggiori. Io ho scoperto come da un periodo a dir poco stressante e inconcludente, se ne possa trarre alcuni vantaggi, come la nascita di una passione, e sono poche le cose più emozionanti di una piccola creatura che cresce sottopelle, nelle tue vene e nella tua testa.

Avevo già un grande amore per la cucina, ora si è ampliato. Ha abbracciato valli e cantine, ha riscoperto storie di territori antichi, quasi sacri, ma soprattutto ha trovato profumi, e odori argillosi o floreali, che prima non era in grado di sentire. E se qualcuno ancora non lo avesse capito, sto parlando di vino. C’è una bella storia nascosta ovunque, dietro ogni cosa, ed io adoro le storie. Quella del vino è affascinante come poche, ma ora è meglio che mi fermi, o rischio di andare fuori tema.

Giusto, stiamo parlando di biscotti. Biscotti soffici come nuvole che ad un naso attento e premuroso nascondono un sentore agrumato, di mapo nel mio caso, ma che ognuno di voi può sostituire con quello che preferisce (basta scegliere un altro tipo di agrume con cui aromatizzare questo impasto).

E’ una piccola sfida che voglio lanciare al vostro odorato, solo una cosina tra lui e la mia ricetta. Il profumo tipico di ogni vino viene detto bouquet, ed è un insieme di fattori distinti che ne caratterizzano gli aromi, come il tipo di terra in cui è cresciuto, o il contatto con altri pollini e prodotti presenti nello stesso luogo. Per questo ogni vino, bianco o rosso che sia, al naso presenta sentori di cioccolato, piuttosto che di rosa, pesca o foglie di pomodoro.

La ricetta che vi sto per proporre, ad alcuni potrebbe sembrare la semplice realizzazione di biscotti soffici alla vaniglia, ma non è così. Perché ben nascosto, solo per chi lo sa odorare, come un bouquet di vino difficile da comprendere, ci sta il mapo.

 

 ♥♥♥

 

Ingredienti

250g farina 00
100g burro
100g zucchero
un uovo
un cucchiaio di succo di mapo
la scorza del mapo
mezza bustina di lievito
vanillina
sale
zucchero a velo per la decorazione

Setacciamo la farina in una ciotola. Aggiungiamo il burro ammorbidito, lo zucchero, il succo e la scorza tritata di mapo, l’uovo, il lievito, la vanillina e un pizzico di sale.

Impastiamo il tutto formano una palla e lasciamola riposare in frigorifero almeno per un’ora prima di utilizzarla.

A questo punto, iniziamo a formare delle piccole palline, e inzuppiamole in una ciotola in cui avremo unito abbondante zucchero a velo e la scorza di un altro mapo. Il risultato dovranno essere delle palline bianchissime. Disponiamole sopra un foglio di carta forno su un vassoio, e lasciamole solidificare in freezer almeno un quarto d’ora (così manterranno la forma durante la cottura).

Infiliamole in forno a una temperatura medio/bassa (170/180°) per 10/12 minuti, finché avranno preso colore. Lasciamo raffreddare un po’ i biscotti prima di assaggiarli.

 

English recipe

 

Ingredients

250g pastry flour
100g soften butter
100g sugar
one egg
a teaspoon of tangelo juice
tangelo zest
half baking powder sachet
vanillin
a pinch of salt
powdered sugar

Knead together sifted pastry flour, room temperature and in bits butter, sugar, tangelo juice and zest, egg, vanillin, baking powder and salt. Let it rest in fridge at least half hour.

Place the powdered sugar with some tangelo zest in a wide bowl. Form the chilled dough into balls, and roll each ball in the sugar. Make sure each ball is completely coated.

Preheat oven to 180 degrees C. Put cookies onto a baking sheet and bake for 10/12 minutes, or until the top is lightly browned. Rotating the baking sheet midway during baking if necessary.

 

2_montagnola

1_particolare

anteprima1

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *