Spiedini di gamberi al lardo e profumo di limone e rosmarino




 

Come un gamberetto imparò a non essere schizzinoso e tollerare il “diverso”

05_gamberi

 

Dicevano: pesce e carne non vanno mai insieme, ed era vecchia scuola. Eppure è un codice a cui rimango ancora fedele, con una convinzione che mi viene donata dalla mia personale etica alimentare, dalla stretta vicinanza ad un quasi-suocero nativo della costa, e dalla grande differenza di gusto e sapore che questi due cibi di per sé possiedono.

Il pesce ha un’origine primordiale, la vita stessa si è sviluppata nel mare sotto forma di elementari microrganismi, per questo porto avanti il pensiero di una preparazione semplice e umile, una nota complessa donatagli solo dal profumo delle spezie, così come la salsedine arricchisce le onde e la spuma.

Eppure, dopo la vita venne il progresso, i mammiferi, e poi l’uomo, con la sua mente complessa e la capacità di unire elementi differenti tra loro solo per il principio di poterlo fare. Quindi mi sono detta, perché no? Se una cosa può essere pensata, probabilmente ci sarà anche un modo per metterla in pratica. Non sempre quello che sembra innaturale, risulta necessariamente sbagliato. Visto sotto un’altra ottica, qualcuno di noi con uno sguardo rivolto un po’ più in là, verso l’orizzonte, potrebbe riuscire a trovarlo semplicemente alternativo.

 

 ♥♥♥

 

Ingredienti

gamberi freschi
lardo di colonnata
un rametto di rosmarino
un limone
olio d’oliva
sale
pepe

Puliamo i gamberi togliendo loro le zampe e il budellino con l’aiuto di uno stuzzicadenti, mantenendo intatti il carapace (la corazza, la parte più gustosa e croccante del gambero) e la coda.

Lasciamoli marinare per almeno un’ora in frigorifero in una ciotola con del rosmarino, il succo di un limone ed olio d’oliva a piacere, aggiustandoli leggermente di sale e pepe.

Tagliamo molto finemente il lardo (per chi ne ha la possibilità con l’aiuto di un’affettatrice) e avvolgiamone con una fettina la coda di ogni gambero, infine infilziamoli su uno stecchino.

Scaldiamo sul fuoco una piastra, e quando sarà ben calda e fumante iniziamo a cuocere gli spiedini, all’incirca 4/5 minuti per ogni lato, saranno di un bel colore dorato. Serviamoli subito ancora caldi.

 

English recipe

 

Ingredients

fresh shrimps
pork fat
a sprig of rosemary
one lemon
olive oil
salt
black pepper

Use a toothpick to remove the vein leaving leave the shell because gives a lot of flavor. Pull off legs too.

Combine shrimps in a large bowl with rosemary, lemon juice, olive oil, salt and black pepper. Let shrimp marinate for 1 hour in the refrigerator.

Wrap each piece of shrimp with a piece of pork fat, slide on to skewers.

Preheat a grill. Grill shrimps directly on grates until are cooked, about 4/5 minutes per side.

 

02_marinatura

04_gamberi

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *