Torta del diavolo, e Nutella complice




 

Tutti i segreti per fare una perfetta torta a strati

Piccola premessa significativa (e doverosa, di questa ricetta ho registrato prima il filmato e poi scattato le fotografie): di questa torta del diavolo esiste il video, che potete vedere sul mio canale YouTube, al link di seguito.

Devil’s food cake, and Nutella mousse

 ♥♥♥

In realtà vi ho preso in giro, perché i segreti per una perfetta torta a strati non esistono. Si va a tentativi, e ci sono quelli che funzionano e quelli che non funzionano. Forse rimettendo insieme l’intricato caleidoscopio della mia esperienza potrei riuscire a buttare giù qualche abbozzo, ma sarebbe una guida approssimativa, perché (tanto per dirne una) trovo ancora molte difficoltà a sfornare la torta paradiso. E se in paradiso non riesco ad andarci tanto vale allora concentrarmi sull’inferno. Un inferno fatto di cioccolato, ecco il paradosso: amo le torte che non riesco a fare, ed odio le torte che mi riescono sempre. Sarà che il cioccolato (quello con una buona percentuale di burro di cacao) ha di per sé la funzione di stabilizzatore? O sono proprio quel tipo di torte, fatte per amore e non per me stessa, che circondate da questo sentimento mi riescono ormai così bene? Dicevano, restando in tema cattolico, che l’amore fa miracoli.

C’è chi poi, in queste torte a mille strati preferisce il gusto, e chi solo l’estetica. Io preferisco una perfetta unione dei due, perché non c’è bello senza buono, come non c’è arte senza sostanza. Poi ammettiamolo, le cose che riescono meglio sono quelle che hanno una buona parte di testa, ed il resto di cuore. Se sono di parte? Da morire. Non si combina nulla senza cervello, nemmeno in cucina.

Potrei quasi ritenerla una nuova forma d’arte questa, che va al di là dello studio della natura morta (se vogliamo chiamarla con il suo nome originale) e dello still living, o food design. Mi appassiona come l’arte mi appassiona in generale, perché provoca dei sentimenti, scuote delle opinioni, rispolvera emozioni. Qualcuno di importante potrebbe addirittura scriverci un saggio, sulla food photography, se non è già stato fatto. La semplice constatazione che creare ed osservare queste composizioni davanti ai miei occhi e vederle poi immortalate in un’istantanea, mi provoca una felicità orgogliosa e passionale, mi rende consapevole di quanto nobile sia il fine di queste piccole cose, così nobile e vanesio, come tutte le arti, da poter affermare che anche questa ne fa parte.

Dirò di più, in nome di questo blog ho fatto una follia, una di quelle che mi sento spinta a fare quando sento aria di cambiamento. Ho la percezione che qualcosa mi stia sfuggendo, mi guardo attorno e vedo tutto scorrere via mentre qualcosa cade (e quel qualcosa sono io) e quindi devo ripristinare le circostanze, tornare alla realtà, fuggire dalla routine. Come Mary Poppins quando cambia il vento, mi vedo aprire la mia borsa delle follie, mi osservo dall’esterno come se quella persona non fossi io.

Era venerdì mattina quando sono entrata in questo negozio specializzato nella vendita di macchine fotografiche reflex, c’era anche mio fratello, il più grande, ed ha parlato lui per me perché io persa nei miei ripensamenti non avrei mai aperto bocca. Invece, è stato quel posso aiutarvi del titolare a farmi cantare come un canarino. Ma solo quando, dopo aver capito la situazione ed essermi resa conto d’essere davanti ad una scelta come di vita o di morte, e aver esclamato non posso perderla, la prendo!, dicevo, è stato solo in quel momento che da fantasma spettatore della mia vita sono entrata nel mio corpo, mi sono piegata in due posando i gomiti sul bancone del negozio, ed ho respirato. Ed ero di nuovo io.

 ♥♥♥

Ingredienti per la mud cake al cioccolato

220g farina 00
220g burro
200g cioccolato fondente
200g zucchero
125g yogurt intero (io l’ho usato al posto del latticello)
40g cacao amaro
40ml caffè (circa una tazzina)
3 uova
una bustina di lievito
semi di una bacca di vaniglia
un pizzico di sale

Ingredienti per la mousse alla Nutella

250g mascarpone
250g Nutella
250g panna montata (pesata già montata)

Ingredienti per la ganache al cioccolato

200g cioccolato fondente
200ml panna fresca
50g burro

Ingredienti per la decorazione

tartufini di cioccolato (fatti con la ganache di cioccolato)
noccioline tritate

È consigliabile preparare il giorno prima la ganache al cioccolato in modo da farla riposare in frigorifero una notte per poter formare i tartufini di cioccolato.

Scaldiamo in un pentolino la panna fresca e sciogliamo il cioccolato a bagnomaria. Mettiamo il cioccolato in una ciotola e uniamoci la panna, versiamo sopra il tutto anche il burro fuso. Riponiamo la ganache in frigorifero perché si indurisca.

Una volta che la ganache si sarà rappresa, formiamo i nostri tartufini, ricopriamoli di noccioline tritate e mettiamoli da parte per la decorazione. La ganache avanzata la utilizzeremo come copertura della torta.

Montiamo con le fruste (o la planetaria per chi la possiede) il burro ammorbidito con lo zucchero ed un pizzico di sale. Quando l’impasto sarà diventato più chiaro e spumoso aggiungiamo ad una ad una le uova intere, facendo attenzione ad aggiungerle quando la precedente sarà ormai completamente assorbita.

Sciogliamo il cioccolato fondente a bagnomaria (potete scioglierlo anche a microonde ma fate attenzione a non scaldarlo troppo), aiutandoci eventualmente nell’operazione con un goccio di panna fresca oppure di latte. Il cioccolato non deve essere bollente, ma tiepido; altrimenti smonterà le uova una volta nell’impasto. Una volta sciolto aggiungiamolo al miscuglio di burro, zucchero e uova.

Tagliamo a metà la stecca di vaniglia in senso longitudinale, raschiamo tutta la polpa con un coltello e aggiungiamola all’impasto. Versiamo nella ciotola anche lo yogurt ed il caffè.

Aggiungiamo infine la farina con la bustina di lievito, ed il cacao amaro setacciati, e amalgamiamo il tutto.

A questo punto scegliamo se cuocere tutto l’impasto in un’unica torta per poi tagliarla in tre strati, oppure dividere l’impasto in 3 parti e cuocerle separatamente, in modo da avere alla fine 3 basi differenti che poi comporremo (io ho scelto questa ultima soluzione). Inforniamo a forno medio/basso (180 gradi) per 25/30 minuti (per le piccole tortine separate mi sono bastati invece 15 minuti l’una). Controlliamo con uno stecchino la cottura, se fosse ancora molto umido, lasciatela in forno per altri 5 minuti. Sforniamo e lasciamo raffreddare.

Nel frattempo prepariamo la mousse per la farcia. Montiamo la panna fresca con le fruste o la planetaria partendo da un ritmo moderato aumentando pian piano fino al risultato desiderato.

Ammorbidiamo il mascarpone mescolandolo con un cucchiaio. Amalgamiamo insieme mascarpone, Nutella e la panna montata.

Componiamo la torta del diavolo mettendo la prima base di mud cake su di un piatto da portata e farcendola con la mousse, arricchiamola della granella di nocciole e della ganache di cioccolato fusa (per rendere di nuovo liquida la ganache di cioccolato basta scaldarla). Ripetiamo la stessa operazione anche con gli altri strati di torta.

Utilizziamo la mousse rimanente per rivestire la mud cake, spalmandola lungo tutto il diametro. Decoriamo la torta del diavolo con la ganache di cioccolato fuso e i tartufini ricoperti di noccioline.

English recipe

Ingredients for mud cake

220g pastry flour
220g butter
200g dark chocolate
200g sugar
125g whole milk yogurt
40g unsweetened cocoa powder
40ml coffee
3 eggs
a baking powder sachet
seeds of vanilla bean
a pinch of salt

Ingredients fot Nutella mousse

250g mascarpone cheese
250g Nutella
250g whipped cream

Ingredients for chocolate ganache

200g dark chocolate
200ml fresh cream
50g butter

Ingredients for decoration

chocolate truffles (made with chocolate ganache)
chopped hazelnuts

Pour the cream into a small saucepan and place it over medium heat. Bring to simmering point, so remove saucepan from heat.

Put the chocolate into a large heatproof bowl set over a pan of gently simmering water (don’t let the bottom of the bowl touch the water underneath) and leave until melted, stirring occasionally. Remove from the heat and place in a bowl, add the cream, the melted butter and stir together.

To make chocolate truffles, need to set the bowl in the refrigerator so the ganache cools. Use a teaspoon to roll out balls of the ganache. Roll in your hands quickly, then roll the balls in chopped hazelnuts and place on a baking sheet lined with parchment paper. Place in the refrigerator overnight. Save the remaining ganache to cover.

Whisk the soften butter, sugar, seeds of vanilla bean and a pinch of salt together. When mixture will be light and whipped add one by one the whole eggs.

Melt the chocolate and let cool slightly, so add to the mixture. Pour yogurt and coffee too.

Add sifted pastry flour, unsweetened cocoa powder and baking powder to the dough and stir.

Grease and sprinkle with flour 3 cake pans. Divide batter evenly among the pans. Bake at 180° for 15/20 minutes or until a toothpick can be inserted into the center and come out almost clean. Leave the cakes cool.

In the meantime, get started the frosting. Whisk the heavy cream (using a hand whisk or electric whisk) until soft peaks form. It is whipped properly when it is still soft and billowy but holds its shape when the whisk is withdrawn.

Soften mascarpone cheese before to combine with nutella and whipped cream.

Place one cake layer on a serving platter and spread with nutella mousse, sprinkle with chopped hazelnuts and drizzle with melted chocolate ganache. Add the second cake layer, and repeat. Top with third cake layer. Cover outside of cake with the remaining mousse, pour chocolate ganache over the top and place the truffles.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *