Cheeseburger




 

Quanta dolcezza, quanta amarezza, quanta speranza hanno questi giorni (e che illusione)

Ora succede (e voi riderete, quanto sono pallosa!) che mi allaccio anche alle pagine precedenti. Perché spesso un post è piccolo e la fretta di postarlo mi prende alla bocca dello stomaco (mi trovo sempre con l’acqua alla gola la sera prima a spremere le meningi, una tazza di tè ultra zuccherato ed una playlist su Spotify, mentre ho casa libera perché l’uomo è a giocare a freccette) quindi non includo tante cose, lascio discorsi spezzati, che mi sembra di non aver spiegato bene. Non manca nulla nella mia vita, il fulcro dei nostri problemi siamo spesso noi. Io pretendo troppo da me stessa, per quello che riesco a dare; e mi denigro troppo invece, per quello che riesco veramente ad ottenere, perciò la soddisfazione, non arriva mai.

Le delusioni mi fanno sempre male (anche perché mi sembra di prendere porte in faccia di continuo), però ho questa cosa, che la odio e la amo insieme (e quando Jon è arrivato a notarla mi ha reso in parte orgogliosa di quello che sono, e di come nel bene o nel male, in tutte le situazioni brutte che mi siano capitate me ne sono sempre tirata fuori, e qui parlo ovviamente dei disturbi alimentari). Dicevo, ho questa cosa di tornare sempre a galla, e tornarci non da sola, ma motivata e frizzante. Sarà perché fin da che ho memoria ho sempre pregato per avere la forza? (Cosa che ora mi ritrovo a fare per chiedere costanza, lo giuro, vorrei essere una di quelle donne sempre fiere e serene e perseveranti con il bello ed il cattivo tempo).

Tra quelle cose da cui traggo insegnamento c’è il pane, ed il primo pane della mia vita, sicuramente sono i burger buns. Mi piace scoprire, con la stessa meraviglia della prima volta, come risorga il secondo impasto dopo la rottura del lievito. Ne ho sbagliato decine di impasti, spesso non volevo più saperne (rovinare una procedura è una cosa che mi ha sempre portato molta angoscia, e siccome sono una personalità complicata, questo si ripercuoteva anche nella mia vita, ed il mio umore rimaneva nero per giorni).

Però in fondo noi esseri umani siamo belli, perché spesso i nostri difetti si rivelano essere anche i nostri pregi, e l’orgoglio, quello che non ci permette di dichiarare una cosa fallita ha il suo ruolo nel nostro desiderio di riscatto. Perciò, quando trovo un muro, continuo a sbatterci la testa finché non si rompe o il muro o la testa (l’unica cosa che mi è rimasta del segno dell’ariete, per il resto, ho preso tutto dall’ascendente cancro) e devo essere tuttavia sincera nel confessare, che nella maggior parte dei casi a rompersi è la testa, insieme al muro. Ma è una cosa buona, la mente si ripara, il muro una volta caduto non può tornare in piedi, ed è un’altra conquista da portare a casa, come l’aver imparato i tempi e la pazienza ed i piccoli accorgimenti della lunga lievitazione.

 ♥♥♥

Piccola parentesi sul cheeseburger in questione

Il pane è il mio, ed è inutile precisare che la ricetta, frutto di prove e riprove, è piuttosto segreta. La ricetta del burger di manzo è quella di Gordon Ramsay, che trovate nel suo canale YouTube.

 ♥♥♥

Ingredienti per un cheeseburger

burger bun
burger di manzo artigianale da 150g circa
2 fette di formaggio cheddar
una foglia di insalata verde
qualche fetta sottile di pomodoro
qualche anello di cipolla rossa caramellata
ketchup e maionese
+ burro per tostare il pane

Per la cipolla caramellata, sbucciate una cipolla rossa e tagliatela a fette. Mettete gli anelli ad appassire in forno con un cucchiaino di zucchero a velo, dell’olio d’oliva, sale, pepe e spezie a piacere.

Cuociamo il burger di manzo sulla piastra a fuoco alto finché non sarà dorato (quasi bruciacchiato) per ogni lato. Scaldiamo il pane dalla parte tagliata in una padella con una noce di burro.

Nel frattempo mettiamo il burger su di una placca d’acciaio ricoperta di carta da forno, adagiamoci sopra le due fette di cheddar e passiamolo in forno (a 180°) per circa tre minuti, finché il formaggio non si sarà sciolto.

Ora componiamo il cheeseburger, spalmiamo su entrambi i lati del pane tostato un filo di maionese. Poniamo sopra la base la foglia di lattuga e qualche fetta di pomodoro, adagiamo la carne, versiamo le salse, aggiungiamo la cipolla caramellata e chiudiamo con il pane. Serviamolo ancora caldo.

 

English recipe

Ingredients for one cheeseburger

burger bun
one fresh homemade beef burger (150g about)
2 slices cheddar cheese
one fresh lettuce leave
sliced tomato
sliced and caramelised red onion
ketchup e mayonnaise
+  a knob of butter to toast the bread

For caramelised onion, place sliced red onion in a roasting tin. Drizzle with oil and sprinkle with rosemary. Chop basil, oregano and peeled garlic and add to onions. Sprinkle with powdered sugar, salt and pepper too. Mix everything together. Preheat oven to 160°C. Roast onions until they’re shriveled, remember to mix them occasionally.

To cook the burger, heat grill to high. Grill burger until browned on each side. Toast the split bun in the knob of butter in a pan until lightly golden.

At the same time, top burger with cheese and place on a baking sheet covered with parchment paper. Grill into oven until cheese is melted.

To build burger, add some mayonnaise to the bun base, layer up with a lettuce leave and sliced tomato, then top with a cheesy burger, season with ketchup and mayonnaise, and caramelised red onion. Rub the bun top with a teaspoon of mayonnaise, then gently press together. Serve still hot.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *