Torta del diavolo, e Nutella complice

Tutti i segreti per fare una perfetta torta a strati

Un inferno fatto di cioccolato, ecco il paradosso: amo le torte che non riesco a fare, ed odio le torte che mi riescono sempre. Sarà che il cioccolato (quello con una buona percentuale di burro di cacao) ha di per sé la funzione di stabilizzatore? O sono proprio quel tipo di torte, fatte per amore e non per me stessa, che circondate da questo sentimento mi riescono ormai così bene? Dicevano, restando in tema cattolico, che l’amore fa miracoli.

[continua a leggere…]

Crocchette di risotto avanzato farcite con speck e asiago

Se non mi usi tu, chi mi usa più? L’avanzo che inevitabilmente avanza

E’ stata una di queste mattinate, mentre mi lambiccolavo (?) cerebralmente pensando a come avrei potuto riutilizzare un piatto colmo di risotto al radicchio rosso avanzato dalla sera prima in frigorifero (quel famoso risotto che sulla mia pagina Facebook avevo pubblicato qualche settimana fa), che mi è frullata per la testa l’idea di una crocchetta di riso, che non si ispira né ad un arancino né ad un supplì, ma vuole solo essere un modo -e pure abbastanza frettoloso- di raccattare gli avanzi senza per forza gettarli nella pattumiera. E qui c’è la ricetta.

[continua a leggere…]

Frollini al cacao ricoperti di cioccolato fondente, con granella di pistacchi

Stati paradisiaci con farfalline arcobaleno, e vogliamo tutti i biscotti

Si può dire ch’io sia sdolcinata, ed è vero. Forse è meglio parlare di frollini per il resto del post, questi miei stati paradisiaci con farfalline arcobaleno e sbarluccichii a forma di cuore pulsante non interessano a nessuno, vogliamo tutti i biscotti, anche Miele, qui accanto a me scodinzolante. Ed eccoli, con una semplice frolla al cacao friabile, una copertura fondente che ricorda le frolle montate viennesi (a tal proposito, avrei voluto chiamarli viennesi, ma i pasticcini di frolla semplice non lo sono, per ottenere dei biscotti tipicamente viennesi è necessario un impasto con frolla montata, ho studiato all’occasione) ed una manciata di granella di pistacchi tritati all’ultimo momento giusto per mantenerne l’aroma dolce e salato insieme. Un tripudio come il mio che sto affrontando in questo periodo, con la differenza che questo in particolare, è molto più buono.

[continua a leggere…]

Cantucci salati con gorgonzola e noci

L’ossimoro che non c’è, essere felici con poco e non accontentarsi mai

La mattina di Capodanno era fredda, abbiamo acceso presto il fuoco del camino, la tradizione qui in Veneto esige lo spiedo, e noi non ci siamo tirati indietro. Fuori, c’era aria di neve. Mi sono presa un po’ di tempo per immortalare questi ricordi, ho dedicato a me un po’ delle mie attenzioni, un vestito scozzese e scarpe verde menta, dei cantucci salati con le noci del mio babbo lasciate maturare in una cesta in cantina hanno accompagnato la nostra attesa. Poi, a mezzanotte, è stato il 2016.

[continua a leggere…]

Baci di dama

Stranamente io e te insieme

Dicono sia parte della vita di ogni essere umano, l’abbandono di una casa, l’inizio di una famiglia. Oh cielo, una famiglia, io e Jon. Quasi rido. Sono passati tre anni da quella prima arrampicata, quel martedì freddo, quando ci siamo incontrati la prima volta. E sono passati quasi tre anni dalla prima volta in cui gli ho timidamente infilato in mano una manciata di baci di dama appena sfornati. Lui di sicuro non lo ricorda, ma noi donne siamo fatte per questo, per custodire queste piccole questioni, sfumature incolori nel tempo e nello spazio.

[continua a leggere…]

Dolcetti al cocco e philadelphia, con cuore di nutella

Il futuro che non ci sarà

Certe ricette vanno semplicemente rispolverate come vecchi libri di scuola tolti dalla soffitta. Era un anno fa, i dolcetti al cocco erano tra i pasticcini di beneficenza nel mercatino di Natale, ed io sembravo felice. Mi ricordo felice, per lo meno.

[continua a leggere…]

Pizzette margherita soffici e lievitate

Quando si dice volere è volare io rispondo: sbagliato!

E’ forse per questo che il mio sogno di libertà, ogni tanto scavalca il mio buon senso, e mi risveglio a disastro compiuto, con l’erba voglio cresciuta ormai già alta nel mio giardino, e solo linee rette di fronte a me. E no, questo non c’entra assolutamente niente con la ricetta delle pizzette che state per leggere.

[continua a leggere…]

Torta al cioccolato

Salvate dalle decapitazioni multiple la felicità divenuta a fette

E poi ci sono le ricette che non farei mai in vita mia, perché sotto il mio scrupoloso punto di vista scettico e malizioso sono delle scortesie a scapito di tutto ciò che c’è di buono al mondo. La lancio questa bomba? Massì. Le torte all’acqua, senza grassi, senza latte, senza zucchero. Pace alle intolleranze: conosco molte persone che sono altamente intolleranti a diversi tipi di ingredienti di base, nella realizzazione di un dolce. La farina, le uova, i latticini, la frutta secca, il glucosio, eppure esiste una variante appetibile per qualsiasi di queste intolleranze. Dunque mi chiedo, perché questi obbrobri? Queste decapitazioni multiple della felicità divenuta a fette, perché queste brutalità?

[continua a leggere…]

Muffins ai lamponi, pesche bianche e vaniglia

Dolci biglie di felicità che rotolano lungo noiose giornate di pioggia

Io e i muffin ai lamponi e pesche bianche ci siamo innamorati, così tanto che ho promesso a questi dolcetti che avranno presto un forno nuovo in cui gonfiarsi e sprigionare profumo con più ardore di prima. Il gusto dolce e succosissimo del lampone scoppia in bocca al primo morso mentre le pesche arrivano al palato alla fine, leggermente acidule, contornate dalla soffice pasta al sapore di vaniglia.

[continua a leggere…]