Burger di tonno fresco con salsa verde, di Jamie Oliver

Questo ovviamente perché, “l’essenziale è invisibile agli occhi”

Eccoci a quello che definisco il tuna burger, come avrete ormai sospettato, i burgers fanno parte di me. È la mia cucina che vola verso i gusti e gli appetiti di Jon, ciò che gli piace, e ciò che non gli piace. I bugers gli piacciono assai, per la cronaca, se non s’era capito (questa ricetta un po’ meno, tanto per cambiare, ma il mio tono è scherzoso, rido nel mentre che ve lo racconto). Quanto vorrei che la ricetta fosse mia! Ma non lo è, non quella del fish burger almeno (quella del burger bun invece è sempre mia, ed è sempre segreta), è di Jamie Oliver e trovate l’originale a questo link. Se vi piacciono i sapori leggermente speziati e delicati, agrumati e intensi, questo burger di tonno è quello che fa al caso vostro, io, così speziato, l’ho adorato (ma c’è qualcosa che non mi piace mangiare a questo mondo? Ah sì, la liquirizia, ah no, ora nemmeno quella).

[continua a leggere…]

Bruschette di pane alla crusca con gamberi scottati, su pesto di zucchine e basilico

Questa mattina urge un caffè, oppure due

Finiamo sempre per parlare poco o niente della ricetta effettiva in questo diario, che ci devo fare? Qualche pagina indietro avevo accennato al pane alla crusca, una ricetta davvero valida in un libro di panificazione professionale che ha comprato mio fratello. Beh ormai l’avete capita la mia speranza no? Non biasimatemi se delle volte ometto questa o quella ricetta, il mio desiderio un giorno, è che chiunque possa provare il mio cibo, venendomi semplicemente a trovare al mio locale. Per stupire amici e parenti con queste bruschette, sarà perfetto un pane alla crusca o integrale comprato nella vostra panetteria di fiducia. P.S. Con gli stessi ingredienti avanzati (pesto di zucchine e basilico e gamberi scottati) ho fatto uno spaghetto al dente la sera che era da leccarsi i baffi (e Jon ha molto apprezzato, raro!).

[continua a leggere…]

Cheeseburger

Quanta dolcezza, quanta amarezza, quanta speranza hanno questi giorni (e che illusione)

Tra quelle cose da cui traggo insegnamento c’è il pane, ed il primo pane della mia vita, sicuramente sono i burger buns. Mi piace scoprire, con la stessa meraviglia della prima volta, come risorga il secondo impasto dopo la rottura del lievito. Ne ho sbagliato decine di impasti, spesso non volevo più saperne (rovinare una procedura è una cosa che mi ha sempre portato molta angoscia, e siccome sono una personalità complicata, questo si ripercuoteva anche nella mia vita, ed il mio umore rimaneva nero per giorni)

[continua a leggere…]

Tagliere invernale di affettati misti con brie, carciofini, funghetti e olive

Maledetta primavera

Aspettando la primavera, gli ultimi antipasti freddi pesanti, per rifarci di questo gelo.

[continua a leggere…]

Pollo al sesamo con miele e salsa di soia

La voglia matta…

C’è una tradizione nostra che portiamo avanti da luglio, da quando il lunedì era il giorno sacro di Games of Thrones. Spesso e volentieri il lunedì mi spetta la mattina, il che contribuisce al mantenimento di questa insolita abitudine: uscita dal lavoro mi fiondo nel supermercato più vicino e ne esco con un pacco di patatine gigante. L’appuntamento è verso le sei, sul divano (oppure più tardi, sempre sul divano), gli ospiti in questione: patatine e serie tv.

[continua a leggere…]

Crocchette di risotto avanzato farcite con speck e asiago

Se non mi usi tu, chi mi usa più? L’avanzo che inevitabilmente avanza

E’ stata una di queste mattinate, mentre mi lambiccolavo (?) cerebralmente pensando a come avrei potuto riutilizzare un piatto colmo di risotto al radicchio rosso avanzato dalla sera prima in frigorifero (quel famoso risotto che sulla mia pagina Facebook avevo pubblicato qualche settimana fa), che mi è frullata per la testa l’idea di una crocchetta di riso, che non si ispira né ad un arancino né ad un supplì, ma vuole solo essere un modo -e pure abbastanza frettoloso- di raccattare gli avanzi senza per forza gettarli nella pattumiera. E qui c’è la ricetta.

[continua a leggere…]

Cantucci salati con gorgonzola e noci

L’ossimoro che non c’è, essere felici con poco e non accontentarsi mai

La mattina di Capodanno era fredda, abbiamo acceso presto il fuoco del camino, la tradizione qui in Veneto esige lo spiedo, e noi non ci siamo tirati indietro. Fuori, c’era aria di neve. Mi sono presa un po’ di tempo per immortalare questi ricordi, ho dedicato a me un po’ delle mie attenzioni, un vestito scozzese e scarpe verde menta, dei cantucci salati con le noci del mio babbo lasciate maturare in una cesta in cantina hanno accompagnato la nostra attesa. Poi, a mezzanotte, è stato il 2016.

[continua a leggere…]

Dolcetti al cocco e philadelphia, con cuore di nutella

Il futuro che non ci sarà

Certe ricette vanno semplicemente rispolverate come vecchi libri di scuola tolti dalla soffitta. Era un anno fa, i dolcetti al cocco erano tra i pasticcini di beneficenza nel mercatino di Natale, ed io sembravo felice. Mi ricordo felice, per lo meno.

[continua a leggere…]

Pizzette margherita soffici e lievitate

Quando si dice volere è volare io rispondo: sbagliato!

E’ forse per questo che il mio sogno di libertà, ogni tanto scavalca il mio buon senso, e mi risveglio a disastro compiuto, con l’erba voglio cresciuta ormai già alta nel mio giardino, e solo linee rette di fronte a me. E no, questo non c’entra assolutamente niente con la ricetta delle pizzette che state per leggere.

[continua a leggere…]