Bis di bruschette: spugnole e burro alle erbe, fragole al timo e caprino

Due è meglio di uno

Di quello di cui mi sono stupita invece, è il gusto di queste bruschettine, che sono fatte con un pane alla crusca (fatto da me, 3 lievitazioni, una bomba, la ricetta arriverà quando riuscirò a farne delle foto decenti, vi basti sapere che l’ho messo in lievitazione appena adesso, quindi siate speranzosi) e due tipi di farciture: spugnole (le spugnole possono essere sostituite con altri funghi di stagione) e burro alle erbette, e fragole aromatizzate al timo e balsamico con caprino morbido. Una scoperta, ecco qui le ricette.

[continua a leggere…]

Pollo al sesamo con miele e salsa di soia

La voglia matta…

C’è una tradizione nostra che portiamo avanti da luglio, da quando il lunedì era il giorno sacro di Games of Thrones. Spesso e volentieri il lunedì mi spetta la mattina, il che contribuisce al mantenimento di questa insolita abitudine: uscita dal lavoro mi fiondo nel supermercato più vicino e ne esco con un pacco di patatine gigante. L’appuntamento è verso le sei, sul divano (oppure più tardi, sempre sul divano), gli ospiti in questione: patatine e serie tv.

[continua a leggere…]

Biscottini al salmone per animali domestici

Non sono sicura di farvi un favore scrivendo questa ricetta, ma ok

Mi piace cimentarmi nelle cose mai provate, e nelle ricette mai fatte, nei gusti che si potrebbero ritenere improbabili, ed in quei pasticcini che si potrebbero pensare, inutili. Come i biscotti per animali. Avevo già provato una ricetta simile, lavoravo ancora insieme ai miei fratelli al nostro ristorante e sono stata accusata di aver sprecato 150g di carne argentina per croccantini per cani (ad ogni modo non c’era solo carne, c’erano pure verdure, avena, e non erano croccantini ma avevano la forma di piccoli ossi).

[continua a leggere…]

Crema di carote e porri, con olio aromatizzato al rosmarino

Eureka!

C’erano queste carote e queste verdure a volontà, che mi erano rimaste dalla ricetta del coniglio al vino bianco. Ed io che non riuscivo a lasciarle appassire in frigorifero priva di rimorso, ne ho fatto una crema; e come folgorata da un’intuizione logica ho frullato insieme olio d’oliva e rosmarino, in un’emulsione con cui ho arricchito questo semplice pranzo di tardo pomeriggio.

[continua a leggere…]

Stufato di coniglio al Soave, salsa alle verdure e fichi neri al burro

Progetti reconditi e aspirazioni segrete di una cucina master(chef)

La storia del coniglio inizia appunto da una ricetta della prima edizione, che ho scovato, e rivisitato. Dentro c’è un po’ di Veneto, ed un po’ di cucina d’oltre oceano; ci sono le verdure di stagione (frullate e lavorate fino a diventare salsa), qualche piccolo spunto che mi porto dietro dalla scuola d’arte, e un esperimento che ho voluto fare sull’impiattamento.

[continua a leggere…]

Spaghetti alla mediterranea con gamberi

Padre perdona questa tua figlia che ha molto peccato, perché ha comprato questi gamberi nel mese di ferma della pesca

Bene, premesso questo, partiamo con ordine. A cosa mi servivano i gamberi? Ma a condire una pasta, naturalmente! E che pasta! Una spaghettata piccante agli aromi del mediterraneo che avevo già avuto l’ardire di preparare, assaggiare, fotografare, e postare con esiti purtroppo insoddisfacenti (si sa che sono molto negativa nel giudicare la mia fotografia). Non volendo darmi per vinta (perché questo piatto di spaghetti l’ho amato come ho amato pochi altri piatti di spaghetti in vita mia) e volendo ri-rendergli giustizia, ripresentarlo ora che mi ritrovo alle spalle qualche esperienza in più su scatti, design della mise en place, luce ed esposizione, mi sembrava una buona idea.

[continua a leggere…]

Patate novelle fondenti

Piantina di aneto A rigogliosa, e sua sorella: piantina di aneto B in posizione centrale

Ho trovato (anche se forse trovato non è il termine corretto dato che ricette simili a questa con le dovute varianti se ne vedono ovunque sul web e sulle riviste) questa ricetta delle patate fondenti nel mensile di giugno del 2015 di Cucina Italiana, pag 62, ed è da allora che qualcosa mi assilla: l’aneto.

[continua a leggere…]

Pane semplice

La ragazza del pane

Agitò le mani e qualcosa accadde, il pane iniziò a sfrigolare finché dalla sua crosta non sbuffò un piccolo alito di fumo e qualcosa esplose. Un odore fine e croccante, fresco e pieno si sparse per la casa, il paese, la valle, fin oltre la montagna, come aveva detto la fata. Tutti i nasi della gente nelle campagne e nelle strade si alzarono al cielo, e chiunque annusò il profumo del pane divenne felice.

[continua a leggere…]

Spiedini di gamberi al lardo e profumo di limone e rosmarino

Come un gamberetto imparò a non essere schizzinoso e tollerare il “diverso”

Il pesce ha un’origine primordiale, la vita stessa si è sviluppata nel mare sotto forma di elementari microrganismi, per questo porto avanti il pensiero di una preparazione semplice e umile, una nota complessa donatagli solo dal profumo delle spezie, così come la salsedine arricchisce le onde e la spuma.

[continua a leggere…]