Ciambella al cocco, con salsa allo yogurt e menta

Apocalisse 2, 17

Non è vero che penso solo in male, credo anche in bene. Penso che straordinari uomini e donne di fede esistano, ne ho incontrati e conosciuti, e se credo così tanto è solo grazie a loro. Ora, un esempio è quest’altro prete che segue tutte le coppie del corso fidanzati, e che potrei definire uno di noi. Il pacificatore che pose fine alla piccola discussione che rischiava di degenerare in un litigio con una piccola morale presa dall’Apocalisse di Giovanni. Un giorno, alla fine dei tempi forse, o alla nostra morte, Dio ci metterà in mano un sassolino bianco con scritto il nostro vero nome, e ci chiederà se durante tutta la nostra vita siamo stati degni di quel nome, e siamo rimasti, in fede, sempre e comunque noi stessi.

[continua a leggere…]

Brownies al cioccolato fondente

Apriamo il televoto: McVitie’s o di nuovo cioccolato?

Ora la domanda è questa: cedere all’intelletto e preparare questi frollini integrali (che poi, datemi un consiglio: ha senso perdere tempo ed energie per rifare qualcosa che comprato confezionato è già così buono di suo?) oppure dare retta al cuore e accontentare il mio Jonny caro con qualcosa di goloso e cioccolatoso? Se vi va aspetto con piacere un parere nei commenti. Per il momento vi lascio con la ricetta dei miei brownies, e me ne torno al mio dolce far niente. (Come dice Cannavacciuolo) addios.

[continua a leggere…]

Kourabiedes – biscotti burrosi greci

Parlando di crisi mistiche, fiori d’arancio, e biscotti alle mandorle

E dunque, questi frollini burrosi sono della tradizione greca, che li vuole sia tipici del Natale che dei matrimoni. Una coperta bianca, la finestra aperta mentre entra un filo di sole, il mio caffè (irrinunciabile), la colazione a letto, e lui che dormicchia ancora mentre cerca di nascondersi dalla luce. La felicità non sono i soldi, non è la fama, non sono la cucina dei miei sogni o la sua tanto agognata Porsche, di queste cose possiamo farne a meno. La felicità sono dei biscotti alle mandorle a mezzaluna, mangiucchiati mentre lo guardo dormire, mentre penso che fra un anno a quest’ora, quest’uomo sarà mio marito.

[continua a leggere…]

Crema al mascarpone

Quando piove i fiori chiudono le loro corolle per il freddo o la paura?

Con questa crema al mascarpone mi sono divertita come non facevo da un pezzetto, sicuramente sollevata dall’angoscia di dover finire in fretta e furia prima che la luce del sole svanisca, ora che le giornate si sono molto allungate. Però devo confessare un peccato (e non intendo fare ammenda di questo, sono colpevole e ne vado fiera): sono una di quelle che taglia il mascarpone con la panna montata, non perché la crema sia meno calorica, ma perché sia più fluffosa all’assaggio, si sciolga in bocca come un fiocco di neve si scioglie sulla punta della lingua.

[continua a leggere…]

Baci perugina mug cake

A prova di imbranato

Voglio mostrarvi una cosa, è una ricetta a prova di imbranato (nel senso buono del termine). Un dolce di conforto che possiamo realizzare quando ne sentiamo il bisogno, per esprimere un sentimento, una gioia, o chiedere scusa. Perché spesso le parole non bastano, e niente parla più delle buone cose, come una tortina in tazza semplicissima, al doppio cioccolato, con il sapore dei Baci Perugina.

[continua a leggere…]

Pasta frolla

Per fare un tavolo ci vuole il legno, per fare tutto ci vuole amore

Uno degli impasti che fin da piccoli accompagna la maggioranza di noi, è la pasta frolla, una ricetta semplicissima ma non troppo, divertente per via dei suoi milioni di utilizzi, e profumata. Devo essere sincera con voi, non ho ricordi della frolla nella mia infanzia. Ricordo un’enormità di torte, plumcake, tiramisù, torte di pane (quella da noi chiamata putana, una prerogativa della mia nonna), pizzette tonde e morbide, ed altro, ma mai biscotti (che non fossero cantucci). E devo a questa assenza il mio amore sconfinato per i frollini, la loro semplicità e burrosità, nella mia ricerca adolescenziale di nuovi sapori e nuove scoperte culinarie, la frolla non mi ha mai deluso (come hanno invece sempre fatto le torte a strati, il mio grande terrore!).

[continua a leggere…]

Frollini al cacao ricoperti di cioccolato fondente, con granella di pistacchi

Stati paradisiaci con farfalline arcobaleno, e vogliamo tutti i biscotti

Si può dire ch’io sia sdolcinata, ed è vero. Forse è meglio parlare di frollini per il resto del post, questi miei stati paradisiaci con farfalline arcobaleno e sbarluccichii a forma di cuore pulsante non interessano a nessuno, vogliamo tutti i biscotti, anche Miele, qui accanto a me scodinzolante. Ed eccoli, con una semplice frolla al cacao friabile, una copertura fondente che ricorda le frolle montate viennesi (a tal proposito, avrei voluto chiamarli viennesi, ma i pasticcini di frolla semplice non lo sono, per ottenere dei biscotti tipicamente viennesi è necessario un impasto con frolla montata, ho studiato all’occasione) ed una manciata di granella di pistacchi tritati all’ultimo momento giusto per mantenerne l’aroma dolce e salato insieme. Un tripudio come il mio che sto affrontando in questo periodo, con la differenza che questo in particolare, è molto più buono.

[continua a leggere…]

Baci di dama

Stranamente io e te insieme

Dicono sia parte della vita di ogni essere umano, l’abbandono di una casa, l’inizio di una famiglia. Oh cielo, una famiglia, io e Jon. Quasi rido. Sono passati tre anni da quella prima arrampicata, quel martedì freddo, quando ci siamo incontrati la prima volta. E sono passati quasi tre anni dalla prima volta in cui gli ho timidamente infilato in mano una manciata di baci di dama appena sfornati. Lui di sicuro non lo ricorda, ma noi donne siamo fatte per questo, per custodire queste piccole questioni, sfumature incolori nel tempo e nello spazio.

[continua a leggere…]

Torta di zucca con farina integrale e mandorle

Di donzelle influenzate, mulini a vento immaginari e Ser Oki da Dompé

La nostra frenetica vita moderna a volte tira brutti scherzi, e il mio crescente stato d’ansietà ne è la conferma lampante. Ho voglia di boschi, e aria fredda e libera. E sole, tanto sole. Ma sì, sono solo sogni, un giorno forse ve li racconterò. Intanto vi lascio con questa fiorita torta integrale piena di fibre, ho deciso per questa torta di getto, ed in modo inaspettato: mia mamma aveva appena finito di preparare gli gnocchi di zucca, e aveva avanzato una quantità industriale di polpa di zucca, lessata e tritata. E quindi, eccola.

[continua a leggere…]